de fr it

Eirini d'Eirinis

forse attorno al 1630 Ruzhin (Bessarabia, oggi Ucraina), 1730 ca. (secondo Albrecht von Haller all'età di 102 anni) Boudry, greco-ortodosso, di origine greca. Non si sa nulla della sua vita prima del suo arrivo in Svizzera (1709). E. asseriva di essere dottore in medicina e professore di greco. Molto attivo in qualità di prospettore e di imprenditore minerario, si occupò del carbone di Paudex (1710), dei minerali delle Alpi bernesi (1711), del carbon fossile basilese (1718) e soprattutto dell'asfalto vodese e neocastellano. Concessionario dei giacimenti del Val-de-Travers nel 1717, creò una soc. per azioni, organizzò l'estrazione, l'esportazione e la vendita dell'asfalto, per la quale redasse diverse opere dal carattere a metà tra lo scientifico e il pubblicitario. È stato confuso con uno dei suoi figli che tra il 1730 e il 1740 sfruttò le miniere di Pechelbronn in Alsazia.

Riferimenti bibliografici

  • J.-P. Jelmini, B. Kübler, L'asphalte naturel du Val-de-Travers, 1973, spec. 9-13
  • M. Weidmann, «Histoire de la prospection et de l'exploitation des hydrocarbures en Pays vaudois», in Bulletin de la Société vaudoise des sciences naturelles, 80, 1991, 365-402
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ ca. 1630 (?) ✝︎ ca. 1730
Classificazione
Economia e mestieri