de fr it

Henri II d'Orléans-Longueville

27.4.1595, 11.5.1663 Rouen, catt. Figlio di Henri I, duca di Longueville e conte di Neuchâtel, e di Caterina Gonzaga. 1) (1617) Louise di Borbone-Soissons (1637), figlia di Carlo, conte di Soissons; 2) (1642) Anne Geneviève di Borbone. Duca di Longueville e pari di Francia, O. divenne conte di Neuchâtel alla morte del padre (29.4.1595), in un primo tempo sotto la reggenza della nonna Maria di Borbone (1595-1601), poi sotto quella della madre (1601-17). Si recò per la prima volta a Neuchâtel nel 1618, soggiornandovi un anno, poi vi risiedette solo raramente e per brevi periodi. Con il suo progetto del 1625 per una città nuova, Henripolis, tentò invano di ristabilire l'integrità del potere comitale sulla città di Neuchâtel. Lo stesso anno acquisì la signoria di Lignières attraverso uno scambio con il principe vescovo di Basilea. Sotto la sua autorità furono istituite le giurisdizioni (mairie) di La Brévine (1624) e La Chaux-de-Fonds (1656). Svolse importanti incarichi di comando durante la guerra dei Trent'anni. Membro del Consiglio di reggenza all'ascesa al trono di Luigi XIV, fu alla testa della delegazione franc. durante le trattative per la pace di Vestfalia a Münster (1645-48). In quell'occasione sostenne gli sforzi del borgomastro di Basilea Johann Rudolf Wettstein volti a ottenere la separazione giur. dei 13 cant. dal Sacro Romano Impero e nel contempo a integrare Neuchâtel e Valangin nella Conf. A causa della sua partecipazione alla Fronda, fu imprigionato tra il 1650 e l'inizio del 1651. Nel 1657, non avendo ottenuto l'auspicato riconoscimento da parte dei Conf., stipulò un trattato di alleanza con Luigi XIV, in base al quale Neuchâtel riceveva gli stessi diritti degli altri cant. e veniva compreso nei rinnovi futuri dell'alleanza franco-sviz.; O. vi era designato come "principe sovrano di Neuchâtel e Valangin in Svizzera".

Riferimenti bibliografici

  • Hist.NE, 2, 23 sg., 30 sg.
  • R. Scheurer, «H. II d'Orléans-Longueville, les Suisses et le comté de Neuchâtel à la fin de la guerre de Trente Ans», in 1648: Die Schweiz und Europa, a cura di M. Jorio, 1999, 99-109
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 27.4.1595 ✝︎ 11.5.1663