de fr it

Kurt HeinrichMeyer

29.9.1883 Dorpat (oggi Tartu, Estonia), 14.4.1952 Mentone (Costa Azzurra), rif., cittadino ted., dal 1944 di Ginevra. Figlio di Hans Horst, farmacologo, e di Doris Boehm. (1922) Gertrude Hellwig. Dopo gli studi di medicina e chimica a Marburgo e Lipsia (dottorato nel 1907), proseguì le sue ricerche spec. a Londra e Monaco, dove fu libero docente (1911) e professore straordinario (1917). Ufficiale sul fronte occidentale durante la prima guerra mondiale, nel 1917-18 fu inviato all'Ist. Fritz Haber a Berlino-Dahlem per lavorare alla messa a punto di armi chimiche. Fu direttore di ricerca alla Badische Anilin und Soda Fabrik (1921) e membro del consiglio di direzione della IG Farben (1926). Dal 1932 al 1952 fu professore ordinario di chimica organica e inorganica a Ginevra. Pioniere nello studio dei composti organici naturali ad alto peso molecolare (amido, cellulosa, caucciù ecc.), acquisì una solida reputazione in questo ambito. Fu tra i primi a utilizzare per questi studi non solo enzimi purificati, ma anche la diffrazione ai raggi X e la microscopia elettronica. Membro dell'Acc. bavarese delle scienze, fu nominato Honorary Fellow dall'Acc. indiana delle scienze.

Riferimenti bibliografici

  • H. Hopff, «K. H. Meyer 1882 [sic]-1952», in Chemische Berichte, 92, 1959, CXXI-CXXXVI (con elenco delle op.)
  • DSB, 9, 354
  • NDB, 17, 319 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 29.9.1883 ✝︎ 14.4.1952