de fr it

ManfredGsteiger

7.6.1930 Douanne, 21.1.2020 Neuchâtel, riformato, di Grindelwald. Figlio di Otto Gsteiger, insegnante, e di Hanna nata Lüthi. Pierrette Favarger. Studiò lettere a Berna e Parigi, conseguendo il dottorato nel 1956. Lavorò per le rubriche letterarie di Radio-Berne (1961-1966) e della Neue Zürcher Zeitung (1966-1975). Fu libero docente (1966) e professore incaricato (1967-1992) all'Università di Neuchâtel, professore invitato (1971-1972, 1976) all'Università dell'Illinois nonché professore straordinario (1972), poi ordinario (1981-1996) di letteratura comparata all'Università di Losanna. Studioso del simbolismo (la sua tesi di abilitazione del 1971 ne indaga la ricezione in Germania) e romanziere (Den Vater begraben, 1993), fu autore di opere volte a presentare e a far conoscere al pubblico la cultura e le letterature svizzere nella loro varietà (Westwind, 1968; Die zeitgenössischen Literaturen der Schweiz, 1974, francese 1978). Fu cofondatore della Collana CH (traduzioni di opere) e fondatore dell'Associazione svizzera di letteratura generale e comparata e della rivista Colloquium helveticum (1985).

Riferimenti bibliografici

  • Giraud, Yves; Stäuble, Michèle (a cura di): Mélanges offerts à Manfred Gsteiger pour son soixante-cinquième anniversaire, 1995.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 7.6.1930 ✝︎ 20.1.2020