de fr it

Rudolf Emanuel vonHaller

9.1.1747 Gottinga, 1.11.1833 San Benedetto Po (Mantova), rif., di Berna. Figlio di Albrecht (->) e di Sophie Amalie Christine Teichmeyer. Fratello di Albrecht (->), fratellastro di Gottlieb Emanuel (->). 1) (ca. 1773 ad Amsterdam) Gerardine van der Dussen, di Delft nell'Olanda meridionale (divorzio nel 1782); 2) (1797 a Trieste) Elisabeth Sophie Burdel, di Lione. Compì una formazione commerciale presso una banca ginevrina, lavorando in seguito nel campo della compravendita di titoli. Nel 1777 fu assunto dalla banca parigina Necker, Girardot, Haller et Cie, di cui presto divenne socio; nel 1790 iniziò una nuova carriera in una banca di Marsiglia. Dopo aver guadagnato una fortuna quale fornitore dell'esercito, nel 1794 si rifugiò a Genova e a Chiasso per sottrarsi a un procedimento penale. Tesoriere dell'armata d'Italia franc. e direttore della zecca di Milano (1796), fu processato per appropriazione indebita dal tribunale di guerra e successivamente riabilitato. Nel 1798 organizzò il saccheggio di Roma e il trasporto di oggetti d'arte it. a Parigi; inoltre fu inviato del Direttorio elvetico presso la Repubblica Cisalpina a Milano (1798-99). Stabilitosi a Losanna nel 1799, effettuò occasionalmente missioni diplomatiche informali per conto delle autorità durante la Repubblica elvetica e la Mediazione. Nel 1816 si trasferì a Parigi, dove nel 1819 fondò una banca, fallita l'anno successivo. Opportunista di dubbia fama, morì in povertà.

Riferimenti bibliografici

  • Lettres d'Emmanuel Haller, 1794
  • von Rodt, Genealogien, 3, 34
  • ADB, 10, 437 sg.
  • A. Demougeot, Emmanuel de Haller, 1974
  • J. H. Wäber, Berner Patrizier in hohen Staatsämtern der Helvetik, mem. lic. Berna, 1978 (presso BBB)
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 9.1.1747 ✝︎ 1.11.1833