de fr it

TheodorHoffmann-Merian

5.3.1819 Basilea, 29.2.1888 Basilea, rif., di Basilea. Figlio di Theodor Hoffmann, commerciante. l) Elisabeth Ursula Merian; 2) Anna Susanna Stacher. Commerciante, fu direttore del circondario doganale I a Basilea (1849-59), dirigente di diverse compagnie ferroviarie (1860-71) - da ultimo della Ferrovia centrale sviz. - e successivamente spedizioniere. Rappresentante radicale nel Gran Consiglio di Basilea (1857-60, 1864-88) e negli organi direttivi del com. patriziale, presiedette la sezione basilese del Club alpino sviz., la Cooperativa generale di consumo e l'Unione delle arti e mestieri. Fece parte del comitato direttivo della Soc. di beneficenza e di utilità pubblica. Come fondatore della Soc. per la riforma ecclesiastica (1866) e membro del sinodo (1874, pres. 1886) si impegnò a favore della riforma della Chiesa. Fu anche autore di un dramma (Die Philantropen und die Gemeinnützigen, 1886) e di articoli su questioni economiche.

Riferimenti bibliografici

  • A. Altherr, T. Hoffmann-Merian, 1889
  • J. Burckhardt, Briefe, 8, a cura di M. Burckhardt, 1974, 521
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Raith, Michael: "Hoffmann-Merian, Theodor", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 22.02.2006(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/044704/2006-02-22/, consultato il 28.10.2020.