de fr it

JohannesMartinus

1644, 1733 Ramosch, rif., di Tschlin. Figlio di Martinus. Fu per due anni parroco a Sent e dal 1668 a Ramosch. Nel 1684 diede alle stampe Philomela, una raccolta di canti religiosi e salmi musicati da Johann Wilhelm Simmler che suscitò notevole interesse. L'opera conteneva anche poesie profane di altri autori, di cui otto composte dal padre di M. Nel 1693 pubblicò, insieme ad Andrea Rauch, il libro di preghiere Abyss dal'aeternitat. Tradusse in ladino un testo di Johannes Moeli del 1680 (Il saltar dils morts, 1724) e collaborò alla traduzione ladina della Bibbia. È ritenuto l'autore della raccolta di documenti Cudesch cotschen da Ramosch.

Riferimenti bibliografici

  • Bezzola, Litteratura, 246-253
  • G. Deplazes, Funtaunas, 2, 1988, 83-85
Link
Altri link
e-LIR
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 1644 ✝︎ 1733