de fr it

Julien de Parme

23.4.1736 (Bartolomeo Ottolini, detto Julien) Cavigliano, 28.7.1799 Parigi, catt., di Cavigliano. Figlio (forse illegittimo) di Giacomo Ottolini e di Lucia Bruzzetti. In tenera età si trasferì con la madre poco distante dal paese natale, a Craveggia (valle Vigezzo). Dopo un apprendistato nella bottega di Giuseppe Borgnis a Craveggia, nel 1747 partì per la Francia (Bourges, Diors, Châteauroux), dove dipinse spec. ritratti. Stabilitosi nel 1756 a Parigi, nel 1759 si recò in Italia; a Roma nel 1760, studiò l'arte antica e i maestri it. Dal 1761 pittore di corte a Parma (da qui l'appellativo, dal 1773, "de Parme"), si dedicò alla pittura di storia e mitologica. Trasferitosi a Parigi (1773), negli ultimi anni condusse una vita travagliata e con disagi economici. Sul piano iconografico e tematico anticipò i soggetti cari a Jacques-Louis David e al neoclassicismo.

Riferimenti bibliografici

  • Julien de Parme, cat. mostra Rancate e Parma, 1999
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Bartolomeo Ottolini (nome alla nascita)
Dati biografici ∗︎ 23.4.1736 ✝︎ 28.7.1799

Suggerimento di citazione

Agliati Ruggia, Mariangela: "Julien de Parme", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 06.08.2007. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/044891/2007-08-06/, consultato il 06.03.2021.