de fr it

Bruno P.Zehnder

8.9.1945 Bad Ragaz, 7/8.7.1997 Mirny (Antartide), catt., di Neuheim. Figlio di Albert, commerciante, e di Maria Grünenfelder. (1985) Heather May, cittadina statunitense. Svolse un apprendistato di commercio a Wädenswil (1961-64) e dal 1968 viaggiò nel Vicino e nell'Estremo Oriente e visse, con interruzioni, in Giappone (1970-79). Fotografo autodidatta, nel 1975 compì un primo viaggio in Antartide, dove scoprì la sua passione per i pinguini e le regioni polari. A New York dal 1979, si fece chiamare Bruno P. (da penguin, pinguino) e partecipò come fotografo a spedizioni di ricerca ufficiali nell'Antartide. Fu insignito del premio dell'ONU per l'ambiente (1987). Due sue immagini furono acquistate dal Museum of Modern Art di New York (1988) e una sua fotografia di un pinguino imperatore comparve su una copertina dell'US Time Magazine (1990). Nel 1994-95 trascorse l'inverno nella base di ricerca russa di Mirny in Antartide. Nel 1995 la sua immagine A Frozen Beak fu dichiarata fotografia dell'anno. Nel 1997, durante un secondo inverno a Mirny, morì assiderato in una tempesta di neve. Alla sua opera è dedicata l'esposizione itinerante Unter Pinguinen (dal 2002) ed è ricordato da una stele a Bad Ragaz (2003).

Riferimenti bibliografici

  • Welt der Pinguine, a cura di C. Hochstrasser, 2006
Link
Altri link
fotoCH
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 8.9.1945 ✝︎ 7/8.7.1997

Suggerimento di citazione

Hochstrasser, Charly: "Zehnder, Bruno P.", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 25.01.2015(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/045089/2015-01-25/, consultato il 30.10.2020.