de fr it

ConradEscher

27.7.1833 Zurigo, 13.11.1919 Zurigo, rif., di Zurigo ed Enge (oggi com. Zurigo). Figlio di Hans Conrad, commerciante, e di Anna Cleophea Meyer. (1863) Marie Ziegler, figlia di Adrian, amministratore dell'ospedale. Dopo le scuole dell'obbligo e superiori a Zurigo, dal 1852 al 1856 studiò diritto a Zurigo, Lipsia e Gottinga, dove nel 1856 conseguì il dottorato. Fu uditore al tribunale distr. di Zurigo (1857-60), giudice distr. (1866-72) e giudice alla Corte di cassazione (1874-80), di cui fu pres. nel 1875. Politicamente si schierò con i liberali. Fu municipale di Zurigo (1863-66) e di Enge (1867-85), membro del consiglio com. di Zurigo (1892-1913, pres. 1892-93), membro della Costituente cant. (l868-69) e deputato al Gran Consiglio zurighese (1869-1911, pres. 1893-94). Fece parte dei consigli di amministrazione della Banca Leu & Co (1871-78) e della NZZ (1876-84, pres. 1877-82) e fu membro del consiglio di banca della Banca cant. di Zurigo (1878-1908) e della commissione bancaria (1878-93, pres. 1890-93). Fu tenente colonnello. Ricoprì diversi incarichi all'interno della Chiesa cant. di Zurigo e contribuì in maniera determinante all'unione dei com. limitrofi con la città di Zurigo nel 1893. Nel 1916 sostenne la trasformazione della biblioteca della città in Biblioteca centrale. Pubblicò numerosi articoli storici e biografici nelle riviste locali e nei tradizionali "fogli di capodanno" zurighesi, come anche parecchie cronache degli ex-com. della cintura urbana. Nel 1914 l'Univ. di Zurigo gli conferì il dottorato h.c. in teol.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso ACit Zurigo
  • M. Huber-Escher, «Dr. C. Escher 1833-1919», in Neujahrsblatt auf das Jahr 1922, 1-99 (con elenco delle op.)
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Conrad Escher vom Glas
Dati biografici ∗︎ 27.7.1833 ✝︎ 13.11.1919

Suggerimento di citazione

Bürgi, Markus: "Escher, Conrad", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 03.11.2004(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/045105/2004-11-03/, consultato il 26.11.2020.