de fr it

BedaHefti

23.3.1897 Walenstadt, 21.1.1981 Friburgo, di Luchsingen. Figlio di Thomas e di Berta Linder. una donna non nota. Studiò al Politecnico fed. di Zurigo, conseguendo il diploma di ingegnere civile (1918). Fu membro della Soc. sviz. degli ingegneri e degli architetti. Nel 1920 si stabilì a Friburgo, dove aprì uno studio. Fu un pioniere delle costruzioni sportive, in particolare di piscine costruite con tecniche d'avanguardia, tra cui quelle di Friburgo (1924), Vulpera (1925), Gstaad (1927), Morat (1929), Burgdorf (1929), Engelberg (1930), Interlaken (1930), Adelboden (1931), Wengen (1931), Basilea Eglisee (1931) e Heiden (1932). Si occupò inoltre dell'approvvigionamento idrico, della costruzione di ponti e strade così come di edifici industriali. Realizzò i silos di Düdingen, Matran, Chavornay e Yvonand. Verso il 1930 abbandonò lo stile neoclassico a favore del Movimento moderno. Fondatore di varie ass. sportive nel cant. Friburgo, fu tra i promotori della corsa di Morat-Friburgo (1933).

Riferimenti bibliografici

  • Architektenlex., 259
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 23.3.1897 ✝︎ 21.1.1981

Suggerimento di citazione

Allenspach, Christoph: "Hefti, Beda", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 07.09.2004(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/045140/2004-09-07/, consultato il 30.10.2020.