de fr it

ClaudeDornier

14.5.1884 Kempten (Algovia), 5.12.1969 Zugo, catt., cittadino franc., dal 1913 cittadino ted. Figlio di Dauphin, commerciante di vini. 1) una Olga; 2) Anna Selinka. Studiò ingegneria meccanica al Politecnico di Monaco, conseguendo il diploma in ingegneria nel 1907. Dal 1910 lavorò per la fabbrica Zeppelin a Friedrichshafen. La sua "sezione Do." realizzò importanti progetti nella innovativa fabbricazione di velivoli metallici. Dopo la prima guerra mondiale, a causa del divieto di costruire aeroplani D. si trasferì in Paesi esteri, tra cui la Svizzera, con la sua produzione di aeroplani terrestri e idrovolanti. Dal 1927 gestì una fabbrica ad Altenrhein (Flug- und Fahrzeugwerke Altenrhein (FFA)), che approntò il gigantesco idrovolante Do X (1929). Gli stabilimenti D. vissero un periodo di espansione a partire dal 1933, grazie al riarmo ted. Nel 1940 l'apolitico D., che aveva dedicato la sua vita alla costruzione di aeroplani, entrò nel partito nazionalsocialista ted. (a capo dell'economia di guerra). Assolto durante la fase di denazificazione (1948), D. vendette le sue quote della FFA e si trasferì a Zugo. Avviò una fabbrica di macchine tessili in Germania e una di aeroplani a Madrid, da cui nacque la nuova ditta Dornier-Flugzeugwerke. Nel 1962 si ritirò dagli affari. Fu insignito del dottorato h.c. dal Politecnico di Monaco (1922).

Riferimenti bibliografici

  • J. Wachtel, C. Dornier, 1989
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 14.5.1884 ✝︎ 5.12.1969
Classificazione
Economia e mestieri