de fr it

JeanCorty

1.3.1907 (Giovan Battista Corti) Cernier, 22.4.1946 Mendrisio, catt., di Agno. Figlio di Francesco Luca, falegname. Celibe. Nel 1940 assunse il cognome C. Dal 1921 al 1924 seguì un apprendistato di imbianchino, stuccatore e gessatore a Cernier. Dal 1930 al 1932 studiò all'Académie Saint-Luc a Bruxelles grazie al sostegno finanziario del veterinario Pierre Urfer di Fontainemelon. Rientrato in Svizzera, alternò soggiorni in dimore occasionali a ricoveri in cliniche psichiatriche. Emblema dell'artiste maudit, si dedicò alla pittura e al disegno. Eseguì paesaggi, figure e opere di soggetto religioso, interpretati in chiave espressionistica come rivelano la scelta dei colori e le alterazioni imposte alle forme. Tra i temi prediletti la fatica del lavoro: la tela Ritorno dei minatori e il disegno Coup de grisou, entrambi del 1944, sono tra le prove migliori della sua breve ma intensa carriera artistica.

Riferimenti bibliografici

  • M. Ferrario (a cura di), J. Corty, cat. mostra Mendrisio, 1998 (con bibl.)
Link
Altri link
SIKART
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 1.3.1907 ✝︎ 22.4.1946