de fr it

HeleneBossert

8.4.1907 Zunzgen, 21.2.1999 Thürnen, rif., di Seewis im Prättigau. Figlia di Walter, operaio stradale, piccolo contadino e produttore di passamaneria. (1944) Ulrich Fausch, fabbro, figlio di Johann Ulrich, impiegato di commercio a Buchs (SG). Dopo le elementari a Zunzgen e una breve formazione di pedagogia linguistica, cominciò presto a lavorare come governante presso case private e fabbriche; più tardi fu casalinga e madre di fam. Autrice di poesie (fra cui Blüemli am Wäg, 1942; Stärnschnuppe, 1980) e di racconti in prosa (Änedra, 1972) e in versi (Mit verbundene Auge, 1994) nel dialetto di Basilea Campagna, fu anche collaboratrice esterna dello studio radiofonico basilese. Pubblicamente disprezzata dopo il ritorno in Svizzera da un viaggio di studio nell'Unione Sovietica (1953), fu spiata dalla polizia politica, perse il lavoro alla radio e si vide limitare le possibilità di pubblicazione. Riabilitata solo nel 1970, nel 1988 ottenne il premio letterario di Basilea Campagna.

Riferimenti bibliografici

  • R. Epple-Gass, Basel-Landschaft in historischen Dokumenten, 5, 1998, 129-153
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Helene Fausch (nome da coniugata)
Dati biografici ∗︎ 8.4.1907 ✝︎ 21.2.1999