de fr it

Joseph-MarcHornung

11.2.1822 Ginevra, 1.11.1884 Les Eaux-Vives (oggi com. Ginevra), rif., di Ginevra. Figlio di Joseph (->). (1861) Jeanne-Camille Coutau, figlia di Pierre-André. Studiò diritto a Ginevra, conseguendo il dottorato nel 1850. Candidatosi senza fortuna a una cattedra dell'Acc. della sua città natale, insegnò letteratura comparata a Losanna (1850-53); fu poi nominato professore di diritto romano, filosofia e storia del diritto. Tornato a Ginevra nel 1866, insegnò diritto pubblico e penale, poi diritto intern. Fu deputato al Gran Consiglio ginevrino (1870-72), membro del Concistoro (1871-83), giudice e pres. della Corte di cassazione (1877-80). Fu autore di opere sulla storia del diritto, sul diritto penale e su alcune questioni politiche (fra cui l'affare della Savoia). Dedicò alcuni studi alla letteratura della Svizzera franc., di cui sottolineò il carattere prot. e al tempo stesso repubblicano, fondato sulla doppia eredità di Jean-Jacques Rousseau e di Germaine de Staël.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso BPUG
  • A. Oltramare, Notice biographique sur J. Hornung, 1885
  • D. Maggetti, L'invention de la littérature romande, 1830-1910, 1995
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 11.2.1822 ✝︎ 1.11.1884