de fr it

FrancescaPometta

24.6.1926 Ginevra,16.3.2016, catt., di Broglio (oggi com. Lavizzara). Figlia di Carlo (->). Nubile. Dopo aver frequentato la facoltà di lettere a Losanna (1945-49), lavorò e studiò all'estero (1949-56). Entrata al Dip. politico fed. (DPF) a Berna nel 1956, fu addetta d'ambasciata (1958-60) e collaboratrice del servizio economico e finanziario del DPF (1960-63), dell'ufficio dell'integrazione e dell'ambasciata sviz. a Washington (1963-64). In seguito divenne osservatrice presso l'ONU a New York (1964-66), responsabile dell'unità Consiglio d'Europa a Berna (1966-71), collaboratrice dell'ambasciata sviz. a Roma (1971-75) nonché vicedirettrice (1975-77) e direttrice con rango di ministro (1977-82) della direzione delle org. intern. del DFAE; in quest'ultima veste elaborò il messaggio del Consiglio fed. sull'adesione della Svizzera all'ONU. Fu direttrice della missione di osservazione dell'ONU a New York (1982-87) e poi ambasciatrice sviz. in Italia, a Malta e presso la FAO (1987-91). Dal 1997 al 2000 fece parte del consiglio del fondo speciale a favore delle vittime dell'Olocausto/Shoah bisognose d'aiuto.

Riferimenti bibliografici

  • NZZ, 7.10.1975
  • Gazette de Lausanne, 5.10.1977
  • Der Bund, 18.2.1982
  • Journal de Genève, 18.2.1982
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 24.6.1926 ✝︎ 16.3.2016

Suggerimento di citazione

Brian Scherer, Sarah: "Pometta, Francesca", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 29.03.2016(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/046141/2016-03-29/, consultato il 21.01.2021.