de fr it

FrédéricRoessinger

7.7.1800 Couvet (oggi com. Val-de-Travers), 31.1.1862 Couvet, rif., di Kirchheimbolanden (Renania-Palatinato) e Couvet (1826), cittadino onorario di Ginevra (1847). Figlio di Frédéric Charles Casimir, farmacista, e di Marianne Petitpierre. (1826) Charlotte Françoise Clerc, figlia di Charles Louis, membro del Consiglio di Môtiers (NE). Dopo la scuola di medicina di Parigi (1819-22), fu medico a Couvet. Conquistato dalle idee liberali durante il soggiorno parigino, membro del comitato di Yverdon (gruppo di repubblicani neocastellani esiliati), fu uno dei capi dell'insurrezione neocastellana del 1831. La condanna a morte pronunciata nei suoi confronti nel 1831 venne tramutata l'anno successivo in una pena detentiva a vita. Graziato su iniziativa del governatore Ernst von Pfuel nel 1838 e messo al bando, conseguì il titolo di dottore in medicina alla facoltà di Berna. Stabilitosi a Ginevra nel 1841, partecipò alla rivoluzione radicale del 1846. Nel 1847 fu chirurgo volontario durante la guerra del Sonderbund. Fece parte del Gran Consiglio ginevrino dal 1848 al 1850 e dal 1856 al 1862. Nel 1851-52 fu redattore del Citoyen e dell'Indépendant.

Riferimenti bibliografici

  • Dossier presso AEN
  • E. Borel, L. Guillaume, F. Roessinger, 1863
  • Gruner, Arbeiter, 346, 442
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 7.7.1800 ✝︎ 31.1.1862

Suggerimento di citazione

Hebeisen, Philippe: "Roessinger, Frédéric", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 21.12.2009(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/046215/2009-12-21/, consultato il 23.10.2020.