de fr it

HeinrichSchmid

17.2.1801 (Karl Josef) Baar, 28.12.1874 Einsiedeln, catt., di Baar. Figlio di Heinrich, agricoltore, e di Maria Verena Bütler. Dopo le scuole superiori a Zugo e Einsiedeln, entrò come novizio a Einsiedeln (1819), professò i voti (1820) e venne ordinato sacerdote (1824). Fu insegnante della scuola capitolare, archivista (1833), amministratore (1839) e abate (1846). Si impegnò a favore della modernizzazione dell'amministrazione abbaziale, come pure degli edifici, dell'economia forestale e dell'allevamento di cavalli. Dopo la guerra del Sonderbund l'abbazia dovette farsi carico della metà del debito imposto al cant. Svitto per i danni di guerra, per cui S. vendette la signoria di Gachnang (1849). Nel 1852 il convento perse il suo stabilimento a Bellinzona. Il divieto per i gesuiti di insegnare stimolò S. ad ampliare la scuola capitolare. Durante il suo abbaziato Einsiedeln visse un periodo fiorente con 80 nuove ammissioni. Le tendenze ostili ai conventi, allora diffuse in Svizzera, portarono alla fondazione nel 1854 del priorato di S. Meinrado nell'Indiana (Stati Uniti, divenuto abbazia nel 1870). Il successo crescente del pellegrinaggio a Einsiedeln, che conobbe il massimo sviluppo nel 1861, anno del millenario, diede a S. e all'abbazia notorietà europea. Pres. della congregazione dei benedettini sviz. (dal 1846), S. partecipò in questa veste al Concilio Vaticano I (1869-70).

Riferimenti bibliografici

  • R. Henggeler, Professbuch der Fürstl. Benediktinerabtei U. L. Frau zu Einsiedeln, 1933, 201-209
  • Einsiedler Anzeiger, 17.1.1975
  • HS, III/1, 387 sg.
  • J. Salzgeber, «Aus der Einsiedler Stiftsgeschichte von Pater Rudolf Henggeler - Abt H. Schmid 1846-1875», in Das alte Einsiedeln, 1999, n. 201-206
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 17.2.1801 ✝︎ 28.12.1874
Classificazione
Religione (cattolicesimo)