de fr it

FranzZingg

Menz. la prima volta nel 1496, 31.1.1530 Zurzach (oggi com. Bad Zurzach), di Einsiedeln. 1) (1523) una Weidmann, sorella del balivo di Einsiedeln; 2) (1527) Adelheid Oechslin, sorella di Johannes, parroco originario di Einsiedeln. Studiò a Tubinga (1496) e Friburgo in Brisgovia (1498), conseguendo il titolo di magister artium a Tubinga (1502). Fu cappellano alla corte di papa Giulio II e, nel 1510, all'altare dei Re Magi nel Grossmünster di Zurigo. Parroco a Freienbach (1512-15 e 1519-22, ad interim rimpiazzato da un vicario), dal 1513 fu al servizio dell'abbazia di Einsiedeln, dove strinse amicizia con Ulrich Zwingli. Ricevette e distribuì pensioni papali (1516-17). Nel 1523 fu nuovamente parroco di Freienbach, dove cadde rapidamente in disgrazia presso i parrocchiani e le autorità svittesi, e partecipò alla seconda Disputa di Zurigo. Divenuto seguace di Zwingli a Zurigo (1525), prese parte alla Disputa di Berna (1528). Fu diacono e cappellano dell'ospedale (1528) e pastore rif. a Zurzach (1529).

Riferimenti bibliografici

  • J. B. Müller, «Diepold von Geroldseck, Pfleger des Gotteshauses Einsiedeln», in MHVS, 7, 1890, 1-101, spec. 38 sg., 56-58, 98-100
  • E. Egli et al. (a cura di), Huldreich Zwinglis sämtliche Werke, 7, 1911, 467
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione 1496 ✝︎ 31.1.1530
Classificazione
Religione (protestantesimo)

Suggerimento di citazione

Landolt, Oliver: "Zingg, Franz", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 07.08.2013(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/046418/2013-08-07/, consultato il 26.10.2020.