de fr it

JohannSchneider-Ammann

18.2.1952 Sumiswald, rif., di Hasle bei Burgdorf, cittadino onorario di Langenthal (2010). Figlio di Ernst Schneider, veterinario, e di Elisabeth Hofmann. Katharina, veterinaria, figlia di Ulrich Ammann. Dopo il liceo a Langenthal (1968-72) ha conseguito il diploma in ingegneria elettrotecnica al Politecnico fed. di Zurigo (1977). Responsabile di progetto alla Oerlikon-Bührle (1978-81), nel 1981 è entrato nella fabbrica di macchine della fam. di sua moglie a Langenthal. Dopo una formazione postdiploma in gestione aziendale a Parigi (1982-83), è diventato direttore operativo (1984), pres. e delegato del consiglio di amministrazione (1990-2010) del gruppo Ammann. Consigliere di amministrazione di Swatch Group (1998-2010), pres. della Soc. sviz. dei costruttori di macchine (Swissmem) e vicepres. di economiesuisse (1999-2010) nonché pres. del consiglio di amministrazione della Mikron (2003-10), azienda meccanica di Bienne, è stato Consigliere nazionale PRD (1999-2010) prima di essere eletto in Consiglio fed. nel 2010 (Dip. dell'economia). Quale imprenditore ha incarnato in larga misura l'ideale del dirigente d'industria pragmatico e dotato di sensibilità sociale, riuscendo a dirigere con successo la propria azienda anche durante la crisi del 1990. Il suo obiettivo politico principale è la difesa della piazza economica e industriale sviz. Convinto assertore del liberalismo economico, ha criticato il comportamento delle banche durante la crisi finanziaria del 2008-09, attirandosi qualche inimicizia all'interno del suo partito. Sostenitore del libero scambio, si prodiga per un migliore accesso dell'industria sviz. ai mercati extraeuropei e per un accordo con l'UE in campo agricolo; nella questione europea è favorevole alla via bilaterale. Colonnello di Stato maggiore generale.

Riferimenti bibliografici

  • Bilanz, 13.12.2005
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Johann Niklaus Schneider (nome alla nascita)
Dati biografici ∗︎ 18.2.1952