de fr it

AnitaNiesz

Un bambino in viaggio verso il villaggio Pestalozzi a Trogen. Fotografia di Anita Niesz, 1967 (Fotostiftung Schweiz, Winterthur) © Fotostiftung Schweiz.
Un bambino in viaggio verso il villaggio Pestalozzi a Trogen. Fotografia di Anita Niesz, 1967 (Fotostiftung Schweiz, Winterthur) © Fotostiftung Schweiz. […]

16.6.1925 Ennetbaden,nell'ottobre del 2013, riformata, di Ginevra. Figlia di Henri (->). (1961) August Volland, architetto. Dal 1944 al 1948 frequentò la classe di fotografia (con Hans Finsler) della scuola di arti applicate di Zurigo. Fotoreporter indipendente dal 1949, fu attiva per diverse opere caritative (ad esempio il villaggio Pestalozzi, la Pro Juventute, la Pro Infirmis e l'Organizzazione svizzera di aiuto ai rifugiati). Collaborò con giornali e periodici svizzeri, tra cui la NZZ, la rivista di architettura Werk e la pubblicazione culturale Du. Negli anni 1950-60 compì numerosi viaggi fotografici nella Francia meridionale, in Italia e Irlanda. Divenuta celebre grazie ai suoi ritratti infantili, pose al centro della sua opera la rappresentazione dell'uomo al lavoro e nella sua sfera privata. Nel 1989 il Museo delle belle arti di Aarau le dedicò una rassegna fotografica.

Riferimenti bibliografici

  • A. Niesz: Fotografien, cat. mostra Aarau, 1989
Link
Altri link
fotoCH
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 16.6.1925 ✝︎ nell'ottobre del 2013

Suggerimento di citazione

Sütterlin, Georg: "Niesz, Anita", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 06.07.2015(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/046650/2015-07-06/, consultato il 26.10.2020.