de fr it

Breitling

Specializzata in cronografi e orologi sportivi di alta qualità tecnica (dal 1999 in cronometri), la Bretling SA discende da una fabbrica di microcronometri fondata da Léon B. (1860-1914) a Saint-Imier nel 1884 e trasferita a La Chaux-de-Fonds nel 1892. Con Gaston (1914-32) e Willy (1932-9) - risp. figlio e abiatico del fondatore - l'azienda divenne la più importante nel campo della produzione di cronografi (spec. per uso aeronautico). Il cronografo meccanico da polso e il cronografo di bordo per aeroplani vennero lanciati sul mercato nel 1936, il Chronomat con il rivoluzionario disco calcolatore nel 1942, il Navitimer con il cosiddetto computer di navigazione nel 1952 e l'orologio spaziale Cosmonaute nel 1962. Con la vendita dell'impresa a Ernest Schneider, già fabbricante di orologi Roskopf (1979), la sede fu trasferita a Grenchen e la produzione si orientò maggiormente ai bisogni dei piloti (orologio di soccorso Emergency). Nel 1997 l'acquisto della Kelek SA, manifattura orologiera di La Chaux-de-Fonds, ha consentito un consolidamento della posizione di mercato nella fascia degli orologi di lusso. L'impresa, che aveva 77 dipendenti nel 1992 e 110 nel 1998, si è distinta nella sponsorizzazione dell'aviazione, fondando la Breitling Academy per l'addestramento dei piloti acrobatici.

Riferimenti bibliografici

  • G. L. Brunner, Armbanduhren, 1945, 278-280
  • NZZ, 10.4.1997 (suppl.)
  • G. Vogt, «Ein stolzes Lebenswerk», in Grenchner Jahrbuch, 99, 1999, 24 sg.
Link
Controllo di autorità
GND

Suggerimento di citazione

Vogt, German: "Breitling", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 24.08.2004(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/046752/2004-08-24/, consultato il 17.09.2021.