de fr it

ConstantMeuron

24.2.1804 Saint-Sulpice (NE), 4.5.1872 Saint-Sulpice, rif., di Saint-Sulpice. Figlio di Daniel-Henri e di Louise Piaget. (1831) Emilie Fasnacht, figlia di Samuel. Prestò servizio per la Francia nella Guardia reale. In seguito fu commerciante di vini a Neuchâtel (1831) e poi a Montilier. Prese parte alle due insurrezioni repubblicane del 1831 a Neuchâtel. Condannato a morte in contumacia nel gennaio del 1832, alla fine di marzo venne consegnato alle autorità cittadine dalla polizia bernese. La sua pena venne commutata nella detenzione a vita. Evase nel luglio del 1834, rifugiandosi nel valle di Saint-Imier. Divenuto orologiaio, si stabilì a Le Locle dopo la rivoluzione del 1848. Fu deputato radicale all'Assemblea costituente (1858). Nel 1866 fondò la sezione di Le Locle dell'Ass. intern. dei lavoratori, che presiedette fino al 1868. Dopo aver perso il lavoro nel 1869, tornò a Saint-Sulpice dove si mantenne grazie all'assistenza pubblica.

Riferimenti bibliografici

  • H.-P. Renk, «C. Meuron (1804-1872), combattant républicain de 1831 et fondateur de la Première Internationale au Locle», in Cahiers HMO, 15, 1999, 127-149
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 24.2.1804 ✝︎ 4.5.1872

Suggerimento di citazione

Renk, Hans-Peter: "Meuron, Constant", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 12.01.2010(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/046797/2010-01-12/, consultato il 24.11.2020.