de fr it

WolfgangIten

Versione manoscritta della rappresentazione della Passione di Auw (1757), pagina del titolo (Stiftsbibliothek Engelberg, Cod. 294).
Versione manoscritta della rappresentazione della Passione di Auw (1757), pagina del titolo (Stiftsbibliothek Engelberg, Cod. 294). […]
Versione manoscritta della rappresentazione della Passione di Auw (1757), prologo dell'angelo (Stiftsbibliothek Engelberg, Cod. 294).
Versione manoscritta della rappresentazione della Passione di Auw (1757), prologo dell'angelo (Stiftsbibliothek Engelberg, Cod. 294).

18.12.1712 (Vital) Unterägeri, 2.1.1769 Auw, catt., di Unterägeri. Figlio di Johann Franz, avvocato, e di Anna Marie Hasler. Entrato nella scuola abbaziale di Engelberg nel 1725, professò i voti nel 1729 e fu ordinato sacerdote nel 1735. Seguì lezioni di musica presso Ildefons Straumeyer e Benedikt Deuring. Dopo l'incendio che colpì l'abbazia nel 1729, compose nuovamente le opere di musica sacra di Deuring andate distrutte. I primi pezzi di I. risalgono al 1735. Nel 1737 divenne primo maestro di cappella. Fu autore di 149 opere, per lo più composizioni vocali liturgiche (mottetti, offertori e antifone mariane per soli o coro, accompagnati spec. da due violini e dall'organo). A lui vengono inoltre attribuite una messa (Missa brevis solemnis, 1739) e due Passioni ted. Le sue composizioni rispecchiano la moda del tempo e seguono uno stile monodico e concertante it., che denota un influsso napoletano. Fu parroco di Auw (parrocchia dei Freie Ämter incorporata all'abbazia di Einsiedeln) dal 1754 al 1762, poi di Sins e in seguito di nuovo di Auw.

Riferimenti bibliografici

  • J. Willimann, «Pater W. Iten (1712-1769)», in Zuger Neujahrsblatt, 1987, 83-111
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 18.12.1712 ✝︎ 2.1.1769