de fr it

EmilDick

28.7.1866 Berna, 5.3.1948 Berna, rif., di Berna. Figlio di Samuel Karl Franz, fabbro, e di Anna Elisabeth Weissmüller. (1900) Johanna Martina Ihle, figlia di un grande commerciante olandese. Dopo un apprendistato di meccanica a Berna (1882-86) e una formazione itinerante sia in Svizzera sia all'estero, frequentò per due semestri (1895-96) il Politecnico di Karlsruhe. A Vienna fu ingegnere nella fabbrica di accumulatori Wüste & Rupprecht (1898-1900), ingegnere capo alle officine Siemens-Schukkert (1901-18) e direttore della ditta F. Weichmann (1918-21); dal 1921 al 1926 fu ingegnere consulente a Ginevra. Nel 1896 iniziò a occuparsi di illuminazione elettrica dei treni e depose in Austria un primo brevetto in questo campo (interruttore e apparecchi d'illuminazione); una cinquantina di brevetti seguì entro il 1939. Il suo sistema di illuminazione si affermò e trovò impiego anche su automobili e in centrali elettriche. A Gümligen dal 1930, D. fu autore di numerosi saggi, fra l'altro per il Bulletin des Schweizerischen Elektrotechnischen Vereins (oggi Bulletin SEV/VSE).

Riferimenti bibliografici

  • W. Keller, E. Dick, 1965
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 28.7.1866 ✝︎ 5.3.1948