de fr it

ElfriedeHuber-Abrahamowicz

19.12.1922 Vienna, 15.7.2001 Zurigo, rif., cittadina austriaca, dal 1948 di Basilea e Oberkulm. Figlia di Jakob Abrahamowicz, medico di Pojorâta (Romania), e di Helene Socher, di Jihlava (Boemia). (1948) Gerhard Huber (->). Nel 1939 emigrò in Svizzera insieme alla sua fam. Studiò filosofia, germanistica e psicologia a Basilea (1943-50), dove fu la prima donna a conseguire il dottorato con Heinrich Barth (1950). Dal 1956 fu autrice di romanzi (Der unendliche Weg, 1964; Erstbesteigung, romanzo autobiografico pubblicato nel 2003), raccolte di poesie (Verhängnis, 1957; Hoffnungslos hoffend, 1989) e saggi filosofici nonché professoressa invitata di filosofia del femminismo e filosofia dell'arte presso il Politecnico fed. e l'Ist. Alfred Adler. Nel 1965 ottenne il premio Conrad Ferdinand Meyer.

Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Elfriede Abrahamowicz (nome alla nascita)
Elfriede Huber (nome da coniugata)
Dati biografici ∗︎ 19.12.1922 ✝︎ 15.7.2001

Suggerimento di citazione

Weber, Alexander: "Huber-Abrahamowicz, Elfriede", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 29.10.2007(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/047714/2007-10-29/, consultato il 24.10.2020.