de fr it

Henri deDiesbach

15.5.1880 Romont (FR), 31.5.1970 Friburgo, catt., di Torny-le-Grand e Friburgo. Figlio di Max (->). Studiò chimica alle Univ. di Friburgo (1899-1901) e Monaco (1901-06), dove conseguì il dottorato (1906) e, fino al 1907, fu assistente di Alfred Einhorn, noto per avere sviluppato un prodotto per l'anestesia locale (la procaina). Dal 1907 al 1919 lavorò alla Badische Anilin- und Soda Fabrik (BASF) a Ludwigshafen come specialista di coloranti. Professore di chimica inorganica all'Univ. di Friburgo (1920-32), in seguito insegnò anche chimica organica (fino al 1955). Oggetto delle sue ricerche furono le proprietà coloranti dei composti aromatici policondensati; studiò soprattutto i pentacenediquinoni, i coloranti antrachinonici al tino e la struttura chimica dei colori gialli derivati dall'indaco. Nel 1927, insieme al suo allievo E. von der Weid, scoprì una nuova classe di coloranti formati da ioni metallici complessi, vale a dire dei complessi di blu molto stabili a base di ftalocianina di rame. Nel 1935, quando divenne nota anche la sua struttura molecolare, questo tipo di pigmento acquisì grande importanza economica.

Riferimenti bibliografici

  • W. Jenny, F. Favre, «Die wissenschaftlichen Arbeiten von H. de Diesbach», in Chimia, 19, 1965, 194-200 (con elenco delle op.)
  • L. Chardonnens, «H. de Diesbach», in Helvetica Chimica Acta, 53, 1970, 2021-2026
  • Histoire de l'Université de Fribourg, Suisse, 1889-1989, 2, 1991, 810-816
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 15.5.1880 ✝︎ 31.5.1970