de fr it

TheodorOpitz

22.11.1820 Fürstenstein presso Friburgo (Slesia), 28.11.1896 Liestal, prot. Figlio di Ernst, funzionario al servizio del conte von Hochberg, e di Luise Seiler. Celibe. Dopo gli studi di filosofia a Breslavia, dal 1843 al 1863 fu precettore in Slesia e in Polonia. Grazie all'intervento del conte Władysław Plater, divenne redattore della rivista dei polacchi in esilio Weisser Adler a Zurigo (1864-67). Fu inoltre redattore dello Schweizerischer Volksfreund (1867-73) e pubblicò alcune poesie sulla Basellandschaftliche Zeitung (1873-96). Conobbe Friedrich Nietzsche, Georg Herwegh, Gottfried Keller e Josef Viktor Widmann, grazie al quale i suoi studi e le sue poesie apparvero sul Bund. Dopo l'attività di pubblicista nella cerchia dei giovani hegeliani, O. pubblicò studi storici e traduzioni di Alexander Puškin e Sandor Petöfi. Nelle sue poesie trattò anche temi sviz., come in Wilhelm Tell e Gedanken beim bevorstehenden Gottharddurchstich.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso Museo dei poeti e della città di Liestal (archivio Herwegh)
  • Lettere presso UBB
  • F. Heiduk, «Eichendorff und T. Opitz», in Aurora, 50, 1990, 165-176 (con elenco delle op.)
  • G. Jelitto-Piechulik, T. Opitz (1820-1896), 2009
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 22.11.1820 ✝︎ 28.11.1896