de fr it

MartaEmmenegger

18.10.1923 Altstätten, 10.12.2001 Zurigo, senza confessione, di Flühli. Figlia di Hans Buschor, installatore di sanitari, e di Hedwig Willimann. (1945) Kurt E., cronista e redattore. A Zurigo frequentò le elementari (dal 1931) e una scuola secondaria catt. e seguì un apprendistato di commercio. Dopo il matrimonio e la maternità, fu casalinga e occasionalmente segr. Dal 1966 lavorò come giornalista: curò una rubrica fissa su problemi educativi per la rivista Annabelle (fino al 1973), fu redattrice del periodico Annette (1973-80), articolista e consulente per problemi sessuali e di coppia per il Blick (1980-96). In seguito fu ampiamente impegnata in conferenze e consulenze, come pure in attività onorifiche. Nella rubrica Liebe Marta del Blick discusse pubblicamente, per la prima volta in Svizzera, di problemi sessuali; nelle sue risposte ai lettori si distinse per competenza, sensibilità e naturalezza, diventando così un'istituzione e contribuendo a rompere i tabù legati a una sfera della vita che fino a quel momento era stata oggetto di rimozione.

Riferimenti bibliografici

  • M. Emmenegger beantwortet 333 Briefe zu Liebe und Sex, 1983
  • TA, 11.9.1992; 12.12.2001
  • NZZ, 12.12.2001
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 18.10.1923 ✝︎ 10.12.2001

Suggerimento di citazione

Bürgi, Markus: "Emmenegger, Marta", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 26.08.2004(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/047834/2004-08-26/, consultato il 24.11.2020.