de fr it

Evert vanMuyden

18.7.1853 Albano Laziale (Lazio), 28.2.1922 Orsay (Ile-de-France), rif., di Founex. Figlio di Alfred (->). Fratello di Henri (->). Nipote di Etienne Duval. Celibe. Studiò con Barthélemy Menn alla scuola di belle arti di Ginevra. Nel 1872 si formò a Berlino alla scuola di arti industriali e con Karl Steffeck, autore di dipinti di soggetto animalistico, poi alla scuola di belle arti di Parigi con Jean-Léon Gérôme. Dal 1879 visse a Roma; tornato a Ginevra, illustrò l'opera di Henri Moser A travers l'Asie centrale (1886). Nel 1884 si stabilì a Parigi e si specializzò nell'incisione (acqueforti di soggetto animalistico), dal 1890 nell'illustrazione di libri (Alexandre Dumas, Champfleury) e nella caricatura. Nel 1900 pubblicò con suo fratello Henri Charges à la plume. Fu insignito della medaglia d'oro dell'Esposizione universale di Parigi (1900) e della Legion d'onore (1907).

Riferimenti bibliografici

  • Dossier genealogico presso ACV
  • Fondo presso BCUL
  • H. van Muyden, «E. van Muyden», in Pages d'art, settembre-ottobre 1923, 243-262
  • Livre du Recteur, 4, 634 sg.
  • DBAS, 773
Link
Altri link
SIKART
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 18.7.1853 ✝︎ 28.2.1922