de fr it

Christian Franz vonEberstein

4.11.1719 Eichstätt (Baviera), 10.1.1797 Basilea, catt. Figlio di Ernst Rudolf, convertito e primo scudiero del principe vescovo di Eichstätt, e di Carolina von Dienheim. Barone. Frequentò il collegio dei gesuiti di Eichstätt (1732-36) e il collegio Germanico-Ungarico di Roma (1736-42). Cavaliere alla corte del principe vescovo di Eichstätt (1742), ottenne una provvisione papale su un canonicato del capitolo cattedrale di Basilea (1744). Dal 1745 al 1747 fu parroco a Kipfenberg (Baviera). Fu canonico (dal 1747), custode (1761-76), arcidiacono (1776-82), decano (1782-89) e preposito (1789-97) del capitolo cattedrale di Basilea ad Arlesheim. Nel 1793 fu l'ultimo canonico a lasciare Arlesheim, annessa dalla Francia; da allora e fino alla morte visse a Basilea.

Per decenni E. fu una figura di spicco del capitolo cattedrale di Basilea. Si schierò a favore di un allineamento del principato vescovile di Basilea alla politica della Conf. Candidato nel 1762, 1775 e 1782 alla dignità di principe vescovo, venne sempre sconfitto da rappresentanti della nobiltà altorenana. Importante studioso e collezionista, costituì una ricca biblioteca, un gabinetto di scienze naturali e una piccola collezione di opere d'arte. Le sue numerose lettere a Isaak Iselin testimoniano la sua attenzione per la letteratura contemporanea, mentre quelle indirizzate al principe abate di Sankt Blasien Martin Gerbert e al vescovo ausiliario di Worms Stephan Alexander Würdtwein documentano il suo interesse storico, soprattutto per la storia costituzionale della Chiesa dell'Impero.

Riferimenti bibliografici

  • BiCJ, parti della biblioteca e cat. ms. della biblioteca
  • AA. VV., C. F. Freiherr von Eberstein (1719-1797), 2004
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Ackermann, Felix: "Eberstein, Christian Franz von", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 07.04.2006(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/048229/2006-04-07/, consultato il 03.12.2020.