de fr it

GiuseppePiotti

ca. 1570 Morbio Inferiore, 29.12.1620 Milano, catt., di Vacallo. Figlio di Giovanni Antonio, architetto nello Stato di Milano. Detto anche il Vacallo, fu capitano di fanteria e ingegnere a Milano sotto Filippo III di Spagna. Dal 1604 al 1608 è attestato come autore dell'appalto ed esecutore del disegno di Gabrio Busca per il forte di Fuentes a Colico, alla frontiera con i Grigioni. Arrestato con l'accusa di brogli nel 1609, liberato nel 1610, nel 1613 si recò in Spagna. Progettò il porto fortificato a Varigotti (1616), piazza marittima del Milanese. Nel 1616 denunciò la "strega di Broni", Caterina Medici, sua serva a Casale Monferrato, dalla quale aveva avuto una o due figlie, poi condannata e arsa a Milano (1617).

Riferimenti bibliografici

  • U. Bruna, «Varigotti 1614: progetto di un porto», in Rivista Ingauna e Intemelia, 1993 [1997], nn. 1/4, 43-48
  • M. Fior et al. (a cura di), Il Forte di Fuentes nel Pian di Spagna 1603-2003, 2003
Link

Suggerimento di citazione

Viganò, Marino: "Piotti, Giuseppe", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 04.04.2011. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/048235/2011-04-04/, consultato il 24.02.2021.