de fr it

Giovan Battista CarloChiusi

1.5.1831 Milano, 25.11.1889 Milano, catt., di Milano. Figlio di Giuseppe, editore specializzato in pubblicazioni mediche e scientifiche. (1851) Antonia Bianchi, figlia di Giuseppe, stampatore, di Lugano. Cresciuto a Milano, dove si formò come stampatore nell'azienda del padre, fu implicato nella rivoluzione milanese del 1848. Nel 1849 partecipò ai combattimenti per la difesa della Repubblica romana e fu fatto prigioniero dai Francesi. Liberato, si recò in esilio a Genova e nel 1851 si rifugiò nel cant. Ticino, a Lugano. Amico di Carlo Cattaneo, aprì una tipografia in proprio, in cui stampò per qualche tempo i giornali L'Operaio e Lo Svizzero, e alcuni libretti, tra cui il Secondo rapporto sulla bonificazione del piano di Magadino di Cattaneo. Nel 1853 si trasferì in Piemonte per dar forma a progetti editoriali in società con i responsabili della cessata Tipografia Elvetica di Capolago, ma oberato dai debiti fuggì per qualche tempo a Lucerna e a Zurigo. Rientrò a Milano dopo la partenza degli Austriaci dalla Lombardia, nel 1859.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso ASTI
  • C. Agliati, «Notizie per G.B. Carlo Chiusi, tipografo cattaneano a Lugano», in Storia in Lombardia, 1994, fasc. 3, 169-192
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 1.5.1831 ✝︎ 25.11.1889
Classificazione
Economia e mestieri