de fr it

Christophe deMolin

forse a Estavayer-le-Lac, menz. la prima volta nel 1544 a Lione, 8.10.1570 Estavayer-le-Lac (?), catt., di Estavayer-le-Lac. Figlio di Pierre (->). Autodenominatosi Myleus, attorno al 1544 fu insegnante nel collegio della S. Trinità a Lione. Probabilmente aderì alla Riforma. Prima del 1548 compì un viaggio in Oriente, durante il quale visitò Costantinopoli; nel 1548 studiò diritto civile a Firenze. Fu tra l'altro autore dell'opera De scribenda universitatis rerum historia, pubblicata a Firenze (1548) e Basilea (1551).

Riferimenti bibliografici

  • A. Rivier, «Christophorus Myläus, C. de Molin ✝︎ 1570», in ASG, 2, 1874, 9-13
  • A. d'Amman, «Lettres d'armoiries et de noblesse concédées à des familles fribourgeoises», in Aar.S, 34, 1920, 110 sg.
Scheda informativa
Variante/i
Christophorus Mylaeus
Christophorus Myleus
Dati biografici Prima menzione 1544 ✝︎ 8.10.1570

Suggerimento di citazione

Foerster, Hubert: "Molin, Christophe de", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 25.08.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/048280/2009-08-25/, consultato il 28.11.2020.