de fr it

Neue Berner Zeitung

Manifesto pubblicitario per il giornale bernese realizzato nel 1943 (Museum für Gestaltung Zürich, Plakatsammlung, Zürcher Hochschule der Künste).
Manifesto pubblicitario per il giornale bernese realizzato nel 1943 (Museum für Gestaltung Zürich, Plakatsammlung, Zürcher Hochschule der Künste). […]

Ex quotidiano bernese fondato a Berna il 25.8.1919 come organo di stampa del partito dei contadini e dei borghesi del cant. Berna (costituito l'anno precedente). Dal giugno del 1921 divenne il foglio ufficiale del PAB (dal 1971 UDC), rivolto ora anche ai conservatori e agli artigiani. Dal 1934 al 1936 fu pubblicato con il sottotitolo "Partito popolare nazionale della Svizzera". La Neue Berner Zeitung difese soprattutto gli interessi agrari, degli artigiani e degli imprenditori. Primo redattore del giornale fu A. F. Billo, a cui fecero seguito Hans Stähli (1921-31) e Markus Feldmann, futuro Consigliere fed. (dicembre del 1921-giugno del 1945, caporedattore 1928-45). Alla fine degli anni 1950-60 la Neue Berner Zeitung aveva una tiratura di ca. 16'000 copie, scese a ca. 6500 quando il giornale dovette chiudere (31.1.1973) a causa del forte indebitamento.

Riferimenti bibliografici

  • Blaser, Bibl., 159
  • Neue Berner Zeitung, 31.1.1973
  • Junker, Bern, 3, 176-180

Suggerimento di citazione

Bollinger, Ernst: "Neue Berner Zeitung", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 15.07.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/048329/2009-07-15/, consultato il 28.10.2020.