de fr it

Nouvelliste vaudois

Con il titolo Nouvelliste vaudois furono pubblicati nella Svizzera romanda due periodici diversi. Il primo, fondato nel 1798 come Nouvelliste vaudois et étranger, era edito a Losanna ed era rivolto a un pubblico aristocratico e fautore dell'ancien régime. Dal 1800 fu tra i più importanti giornali francofoni della Repubblica elvetica. Come foglio d'opposizione entrò più volte in conflitto con la censura e nel marzo 1804 fu vietato dal Piccolo Consiglio vodese. Il secondo giornale fu fondato nel 1824 da Henri Fischer, libraio losannese e futuro Consigliere di Stato. Apparso dapprima come bisettimanale, uscì poi come trisettimanale e dal 1856 alla sua chiusura nel 1914 come quotidiano. Nei primi anni si oppose all'ordinamento politico adottato dal cant. nel 1815 e promosse la libertà pubblica e una Costituzione fed. Divenne organo del partito radicale e dal 1891 dei liberali. Finanziariamente in difficoltà, nel 1846 introdusse inserzioni a pagamento.

Riferimenti bibliografici

  • Das Buch der schweizerischen Zeitungsverleger, 1925, 1108, 1116-1121
  • A. Cabanis, La presse politique vaudoise sous la République helvétique, 1979

Suggerimento di citazione

Bollinger, Ernst: "Nouvelliste vaudois", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 06.08.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/048332/2009-08-06/, consultato il 30.10.2020.