de fr it

CorneliaForster

5.1.1906 Zollikon, 10.10.1990 Sala Capriasca (oggi com. Capriasca), rif., poi sufi, di Zurigo. Figlia di Fritz, commerciante di macchine e di dinamite, e di Emilie Rieder. 1) Franz Fischer; 2) Hildebrand Altenpost. Frequentò la scuola di arti applicate di Zurigo (1922-26) e, a Parigi, la scuola di André Lhote e l'Acc. della Grande Chaumière (1927). Visse nel Ticino (1931-35, con interruzioni), a Zurigo, dove lavorò spec. per l'industria tessile e, dal 1955, a Sala Capriasca. Nel 1935-36, durante un soggiorno presso l'Acc. ted. di Roma, si avvicinò all'antichità classica. Nel 1947 studiò la tecnica dell'arazzo con André Lurçat a Saint-Céré (Midi-Pyrénées). Spirito vivace ed eclettico, la pittrice e scultrice fu attiva pure nel campo della grafica, dell'illustrazione (anche di suoi scritti) e delle arti applicate. La sua variegata opera, a tratti connotata da una vena surreale e fantastica, dal 1940 è stata contraddistinta da sviluppi di orientamento astratto.

Riferimenti bibliografici

  • C. Forster attraverso il '900: 300 opere, [CD-ROM], 2001
  • G. Curonici, C. Forster, 1984
  • DBAS, 338 sg.
Link
Altri link
SIKART
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 5.1.1906 ✝︎ 10.10.1990