de fr it

RobertMüller

17.6.1920 Zurigo, 15.10.2003 Villiers-le-Bel (Ile-de-France), rif., di Zurigo. Figlio di Ernst Friedrich, commerciante, e di Anna Maria Messmer. 1) (1944) Hedwige Denise Robichon, di Losanna; 2) (1954) Miriam Lilla Shir, cittadina degli Stati Uniti. Dopo la scuola di commercio a Zurigo, dal 1939 al 1945 si formò come scultore con Germaine Richier e Otto Bänninger a Zurigo. In seguito soggiornò in Italia e nel 1949 si stabilì in Francia. Nel 1946, 1947 e 1950 ottenne una borsa fed. per le belle arti. Nel 1956-60 partecipò alle Biennali di Venezia, São Paulo e Parigi, nel 1959 alla Documenta 2 a Kassel. Sue mostre personali furono allestite negli anni 1960-70 negli Stati Uniti, ad Amsterdam, Vienna e Düsseldorf, e nel 1996 al Kunsthaus di Aarau. Nel 1971 vinse il premio artistico della città di Zurigo. Acquisì notorietà sul piano intern. negli anni 1950-70 con sculture in ferro non figurative e con connotazione erotica, per lo più assemblage di objets trouvés. In una fase successiva M. realizzò sculture monumentali in ferro o cemento dalle forme organiche e duttili e in parte colorate. Dal 1978 si dedicò al disegno e alla stampa.

Riferimenti bibliografici

  • R. Müller, Skulpturen, Zeichnungen und Druckgraphik, cat. mostra Aarau, 1996
  • R. M. Mason, R. Müller, 1997
  • DBAS, 762 sg.
  • NZZ, 17.10.2003
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 17.6.1920 ✝︎ 15.10.2003

Suggerimento di citazione

Oberli, Matthias: "Müller, Robert", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 02.07.2007(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/048438/2007-07-02/, consultato il 19.09.2021.