de fr it

JacobZucker

6.8.1883 Berlino, 12.12.1960 Zurigo, isr., di Unterengstringen. Figlio di Josef e di una Salz. (1923) Valesca Anna Seiler. Dopo il liceo umanistico e il seminario rabbinico ortodosso, studiò filosofia, storia e storia della letteratura a Berlino. In quanto ebreo, la carriera acc. gli era preclusa. Dopo una breve attività di giornalista, studiò economia politica, conseguendo il dottorato in lettere ed economia politica. Fu commissario e segr. di Stato al ministero delle finanze ted. (1920-23). Preoccupato dalle correnti antisemite, nel 1924 si trasferì a Unterengstringen, dove fu attivo quale consulente di ist. bancari. Dopo la nomina di Adolf Hitler a cancelliere del Reich, nel 1933 accolse nella sua casa Otto Braun, ultimo primo ministro della Prussia. Fu membro del comitato direttivo della comunità isr. di Zurigo e dell'Unione sviz. dei comitati ebraici di assistenza ai rifugiati, e pres. della Federazione dei sionisti sviz. (1937-42 e 1951-60).

Riferimenti bibliografici

  • Unione sviz. dei comitati ebraici di assistenza ai rifugiati presso AfZ
  • L. Wohlmann, «Ein Leben für den Mitmenschen und das jüdische Volk», in Israelitisches Wochenblatt, 16.12.1960
  • Biographisches Lexikon verstorbener Schweizer, 6, 1969, 94
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 6.8.1883 ✝︎ 12.12.1960

Suggerimento di citazione

Keller, Zsolt: "Zucker, Jacob", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 16.10.2013(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/048637/2013-10-16/, consultato il 21.10.2020.