de fr it

Ospitalieri di Santo Spirito

Ordine religioso nato negli anni 1170-80 dalla confraternita ospedaliera che Guido di Montpellier aveva fondato e diretto nell'ospedale di S. Spirito della sua città. Papa Innocenzo III, oltre a riconoscerla come ordine (1198), nel 1204 le conferì un ospedale romano fondato da lui stesso, S. Maria (poi S. Spirito) in Sassia; nel 1228 vi venne trasferita la direzione dell'ordine. Nel XIII sec. gli ospitalieri si diffusero in tutta Europa, organizzandosi in province poste sotto la responsabilità degli ospedali più importanti. Nell'odierno territorio sviz. l'ordine disponeva di due ospedali: quello di Neuchâtel, che nel 1258 apparteneva alla provincia di Borgogna e dipendeva dall'ospedale di Besançon, e quello di Berna, nel XIV sec. sottoposto alla provincia della Germania superiore sotto la direzione dell'ospedale alsaziano di Stephansfeld. La sede bernese fu chiusa nel 1528, quella neocastellana nel 1530; le loro proprietà vennero assegnate alle istituzioni preposte all'assistenza dei malati e degli indigenti.

Riferimenti bibliografici

  • Diz. degli istituti di perfezione, 6, 1980, 994-1014
  • HS, IV/4, 173-287