de fr it

JohannesHugentobler

6.6.1897 Staad (SG), 11.6.1955 Appenzello, catt., di Zuzwil (SG). Figlio di Johann, carradore. Antonia Cäcilia Dobler, figlia di Heinrich, commerciante tessile e agente assicurativo. Dopo la scuola cant. e la scuola di arti applicate a San Gallo, studiò a Firenze, Roma e in Umbria. Nel 1923 realizzò la sua opera prima, l'affresco di San Maurizio presso la chiesa parrocchiale di Appenzello, che suscitò reazioni controverse. Fu attivo nel contempo come pittore (su legno, tessili, intonaco, vetro, ceramica), tecnico edile e architetto di edifici sacri (restauri e nuove opere). Costruì la chiesa di Heerbrugg, le cappelle Ahorn e Plattenbödeli (cant. Appenzello Interno) e quelle di Ragnatsch presso Mels, Rietbad (Toggenburgo) e Malbun (Liechtenstein). Realizzò i dipinti murali delle chiese di Gommiswald, Triesen, Mels, Amden, Wil (SG) e Rheinfelden, nonché la Via Crucis del convento della Passione di Cristo a Jakobsbad e il dipinto su vetro nella chiesa parrocchiale di Bruggen. Decorò inoltre le facciate di numerose case nel nucleo di Appenzello (1932-55). Fu considerato un artista dotato di una profonda espressività religiosa, capace di rendere visibile l'invisibile.

Riferimenti bibliografici

  • Collezione di materiale corografico presso LAA
  • IGfr., 4, 1956, 57-60
  • J. Hugentobler, 1897-1955, 1978
Link
Altri link
SIKART
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 6.6.1897 ✝︎ 11.6.1955