de fr it

JacquesJonquière

1664 Saint-Chaptes (Linguadoca), 29.1.1733 Berna, rif., cittadino franc., "ab. perpetuo" (Ewiger Einwohner) di Berna (1723). Marie Grivel, di Ginevra. Rifugiato ugonotto, nel 1689 fondò ad Aarau un setificio con un altro ugonotto, Abraham Dautun. Nel 1695 si trasferirono a Berna, nella Kommerzienhaus, un'officina meccanica che dal 1689 occupava l'ex convento dei domenicani. J. impiegava più di 30 telai per la tessitura di nastri di seta e possedeva una tintoria al Marzili (casa Glur). Nel 1723 entrò nella corporazione dei fornai, alla quale nel 1724 donò una colomba d'argento (conservata nel Museo storico di Berna). Jean-Georges (1708-1766), suo figlio, e Johann-Georg (1747-1834), suo abiatico, furono anch'essi attivi come setaioli.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso BBB
  • Le Refuge huguenot en Suisse, cat. mostra Losanna, 1985, 169-172
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 1664 ✝︎ 29.1.1733
Classificazione
Economia e mestieri

Suggerimento di citazione

Hubler, Lucienne: "Jonquière, Jacques", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 14.10.2005(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/048878/2005-10-14/, consultato il 25.02.2021.