de fr it

Auguste deMorsier

11.12.1864 Vernier, 6.12.1923 Plainpalais, riformato, di Ginevra. Figlio di Gustave, banchiere, e di Emilie nata Naville (Emilie de Morsier). 1) (1889) Blanche Claparède, figlia di Antoine Théodore, pastore riformato; 2) (1923) Mélanie Mittendorff, figlia di Eugène, pastore riformato. Fu ingegnere a Bühl e Ginevra. Si batté, come sua madre, per l'abolizione della prostituzione regolamentata. Diresse la Ligue française pour le relèvement de la moralité publique e militò inoltre in favore del riconoscimento dei diritti politici alle donne. Nel 1907 istituì l'Associazione ginevrina per il suffragio femminile, di cui divenne primo presidente. Primo presidente dell'Associazione svizzera per il suffragio femminile (1909-1912), al momento della creazione nel 1909 fu il solo uomo a farne parte. Fu autore di numerose opere femministe e pacifiste, tra cui Le droit des femmes et la morale intersexuelle (1903) e La paix par le droit et par la guerre (1915).

Riferimenti bibliografici

  • A. Choisy, Généalogies genevoises, 1947
  • S. Hardmeier, Frühe Frauenstimmrechtsbewegung in der Schweiz (1890-1930), 1997
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 11.12.1864 ✝︎ 6.12.1923

Suggerimento di citazione

Palmieri, Daniel: "Morsier, Auguste de", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 25.10.2019(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/048915/2019-10-25/, consultato il 18.05.2021.