de fr it

AlbertoSalvioni

12.1.1915 Ravecchia (oggi com. Bellinzona), 4.1.1987 Rojales (Spagna), di Lugano. Figlio di Carlo Giovanni Arturo e di Ada Torriani. (1938) Claudina Giulia Ferrario, figlia di Angelo, cittadina it. Dal 1935 al 1938 studiò pittura all'Acc. di Brera a Milano. Rientrato in Ticino nel 1941, si stabilì nuovamente a Milano dopo il 1945, soggiornando anche a Parigi e Londra. Dal 1961 visse a Rovio, e dal 1971 a Rancate e in Spagna. Dall'inizio degli anni 1940-50 ottenne numerosi incarichi per affreschi religiosi e profani in Ticino (chiesa di Ravecchia, 1941; cappelle della Via Crucis e dipinto sulla facciata di una casa a Comologno, 1952 risp. 1966), nonché per opere decorative (interventi a mosaico) nella scuola d'arti e mestieri a Bellinzona (1952) e al Centro sviz. di Milano (1955). Nel 1953 fu tra i fondatori del Gruppo della Barca, sodalizio di artisti ticinesi. L'opera di S. fu durevolmente influenzata dalla pittura metafisica it., coniugata con motivi religiosi ed elementi tratti dal suo ambiente circostante.

Riferimenti bibliografici

  • DBAS, 915 sg.
  • A. Salvioni, cat. mostra Lugano, 2003
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 12.1.1915 ✝︎ 4.1.1987

Suggerimento di citazione

Oberli, Matthias: "Salvioni, Alberto", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 06.01.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/048937/2012-01-06/, consultato il 19.09.2020.