de fr it

WilhelmMeyer-Lübke

30.1.1861 Dübendorf, 4.10.1936 Bonn, rif., di Zurigo. Figlio di Wilhelm Meyer e di Emma Frei. (1889) Hermine Lübke. Studiò linguistica comparata alle Univ. di Zurigo (1879-81) e Berlino (1882-83), conseguendo il dottorato a Zurigo nel 1883. Libero docente di linguistica comparata all'Univ. di Jena (1887), fu poi professore straordinario (1890-92) e ordinario (1892-1915) di filologia romanza all'Univ. di Vienna (rettore nel 1906-07) e di linguistica romanza all'Univ. di Bonn (1915-28). Tra i linguisti più reputati della sua epoca, fu autore di studi fondamentali di grammatica ed etimologia in cui applicò esemplarmente i metodi dell'indoeuropeistica allo studio delle lingue romanze. Nella sua vasta attività scientifica spicca il Romanisches Etymologisches Wörterbuch (1911-20), opera di raccolta e organizzazione critica dei materiali dialettali dell'area linguistica romanza ancora oggi indispensabile agli studiosi del lessico romanzo.

Riferimenti bibliografici

  • NDB, 17, 303 sg.
  • P. Wunderli, «W. Meyer-Lübke (1861-1936)», in Les linguistes suisses et la variation linguistique, a cura di J. Wüest, 1997, 57-82
  • G. Schneider, «Die Junggrammatiker», in Lexikon der Romanistischen Linguistik, 1/1, 2001, 176-189
Link
Altri link
e-LIR
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Wilhelm Meyer (nome alla nascita)
Dati biografici ∗︎ 30.1.1861 ✝︎ 4.10.1936