de fr it

MaxRuth

14.6.1877 San Gallo, 1.3.1967 Berna, di San Gallo. Figlio di Max Moritz, mercante, e di Sophie Anna Kürsteiner. (1907) Erika Klea Studer, figlia di Julius August. Dopo il liceo a San Gallo, studiò diritto a Berna conseguendo il dottorato nel 1903. Ottenne la patente d'avvocato a San Gallo (1907), dove fu funzionario dell'ufficio fallimenti, giudice distr. e rappresentante straordinario del ministero pubblico del cant. (1911-20). Primo aggiunto della divisione di polizia del Dip. di giustizia e polizia (1920-44, in servizio fino al 1945), direttore della sezione dei ricorsi (1943-44) e perito giur. della Conf. (1945-52), fu un influente teorico del diritto di cittadinanza e di domicilio sviz. oltre che della politica dei rifugiati. La sua concezione del diritto fu marcata dal timore dell'inforestierimento e dal principio della discendenza maschile. Durante la seconda guerra mondiale, la sua politica di stampo difensivo fu diretta soprattutto contro i profughi ebrei.

Riferimenti bibliografici

  • S. Mächler, «Kampf gegen das Chaos», in Antisemitismus in der Schweiz 1848-1960, a cura di A. Mattioli, 1998, 357-421
  • P. Kury, Über Fremde reden, 2003
Link
Controllo di autorità
GND
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 14.6.1877 ✝︎ 1.3.1967