de fr it

FranzVoitel

25.12.1773 (Franz Joseph Stephan) Soletta, 19.7.1839 Soletta, catt., di Soletta. Figlio di Martin Lukas, ufficiale al servizio straniero e membro del Gran Consiglio, e di Anna Maria Buri. (1798) Franziska Paula Wirz (von Rudenz), figlia di Franz, ufficiale al servizio straniero. Dopo le scuole a Soletta (fino al 1789), divenne cadetto (1790) nel reggimento sviz. Schwaller (dal 1804 Wimpfen) al servizio della Spagna e poi capitano (1797). Fu ufficiale di reclutamento a Soletta (1802-03). Istituì una scuola di reggimento a Tarragona (1803), diresse il Real Instituto Militar Pestalozziano a Madrid (1806-08) e fu nominato tenente colonnello (1807). Prigioniero di guerra dei Francesi a Barcellona, Digione e Bienne (1808-10), fu poi internato a Soletta (1810-14). Nel 1814 rientrò nel reggimento Wimpfen. A Ceuta scontò una condanna alle galere per motivi politici (1830-31). Fu archivista di Stato (1832-35) e comandante di piazza a Soletta (1833-34). Dopo un processo di appello in Spagna (1834) fu riabilitato (1835). Fu inoltre deputato al Gran Consiglio solettese (1839). Quale ufficiale di reclutamento a Soletta venne a conoscenza dei metodi pedagogici di Johann Heinrich Pestalozzi, alla cui diffusione in Spagna diede un contributo determinante. Fece parte della loggia massonica La Concorde di Soletta (1811), delle Soc. letteraria (1813) e di scienze naturali (1825) di Soletta, della Soc. elvetica di scienze naturali e dell'Acc. reale di scienze naturali e arti di Barcellona (1836). Cavaliere di gran croce dell'ordine di S. Ermenegildo (1835).

Riferimenti bibliografici

  • Die Schlacht bei Sempach, ms., 1819 (presso ZBSO)
  • Atti presso StASO
  • J. V. Keller-Zschokke, F. Joseph Stephan Voitel von Solothurn, 1929
  • SolGesch, 3, 515-518
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF