de fr it

RechaSternbuch

13.5.1905 Wadowice (Austria, oggi Polonia), 6.2.1971 Parigi, isr., di Tarnów (Austria, oggi Polonia) e Basilea. Figlia di Mordechai Rottenberg, rabbino, e di Dvora Friedmann. (1928) Yitzchok S., figlio di Naphtul, cittadino di Basilea dal 1910. Nel 1938 iniziò a organizzare trasporti di ebrei ortodossi ted. e austriaci verso San Gallo, da dove la maggior parte di essi proseguì il viaggio verso altri Paesi. Sospettata di aiutare i profughi a immigrare clandestinamente e di ospitarli nella propria abitazione, di aver creato una rete e a tale scopo aver fornito visti illegali, nella primavera del 1939 venne temporaneamente posta in carcerazione preventiva a San Gallo, ma alla fine di giugno del 1942 fu assolta per mancanza di prove. Nel 1941 fondò con il marito a Montreux un'ass. di soccorso per profughi ebrei a Shanghai, che nel 1944 divenne la rappresentanza ufficiale del comitato di aiuto ebraico-americano Vaad Hatzalah. I coniugi S. parteciparono tra l'altro ai negoziati che nel 1945 resero possibile la fuga in Svizzera di 1200 ebrei del ghetto di Theresienstadt.

Riferimenti bibliografici

  • J. Friedenson, D. Kranzler, Heroine of Rescue, 1984
  • I. Gutmann (a cura di), Enzyklopädie des Holocaust, 1995, 1374
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Rachela Rottenberg (nome alla nascita)
Dati biografici ∗︎ 13.5.1905 ✝︎ 6.2.1971

Suggerimento di citazione

Egger, Simone: "Sternbuch, Recha", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 14.11.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/049704/2012-11-14/, consultato il 28.01.2022.