de fr it

AugustSuter

19.7.1887 Basilea, 28.11.1965 Basilea, rif., di Eptingen. Figlio di Johannes, maestro rilegatore, e di Katharina Schaub. (1917) Helena Eva Juliana, figlia di Karl Coelestin Moser. Cognato di Werner M. Moser. Svolse un apprendistato di rilegatore presso il padre e parallelamente seguì corsi d'arte alla scuola di arti e mestieri di Basilea. Prese lezioni di pittura da Hermann Meyer (1908) e di scultura da Charles Gutknecht a Basilea (1909-10). Dal 1910 al 1914 soggiornò soprattutto a Parigi, dove frequentò l'Acc. Julian e poi lavorò in proprio, ricevendo suggerimenti da Rodo. In seguito visse a Zollikon (1916-21), Parigi (1921-39), Basilea (1939-45) e poi di nuovo spesso a Parigi. Realizzò nudi, composizioni figurative, ritratti e decorazioni architettoniche, adottando uno stile naturalistico con forme calme ed equilibrate e lavorando prevalentemente il bronzo e la pietra. Il monumento a Carl Spitteler (1931) a Liestal è una delle sue opere più note.

Riferimenti bibliografici

  • S. Lang, «Der Bildhauer A. Suter», in BHB, 9, 1962, 19-32 (con elenco delle op.)
  • KLS, 2, 960 sg.
  • K. Birkhäuser (a cura di), Personenlexikon des Kantons Basel-Landschaft, 1997, 150 sg.
Link
Altri link
SIKART
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 19.7.1887 ✝︎ 28.11.1965

Suggerimento di citazione

Oehy, Milena: "Suter, August", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 22.05.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/049744/2012-05-22/, consultato il 26.07.2021.