de fr it

Zumsteg

Fam. di scalpellini e capomastri di Lucerna originaria dell'Italia settentrionale. Primo esponente noto è Peter (✝︎1540), cittadino (1523) nonché capomastro (1517-40) di Lucerna. Un secondo Peter, che ottenne la cittadinanza nel 1533/35 (?) e divenne capomastro cittadino nel 1546, è ancora attestato a Lucerna nel 1557; realizzò una fontana (non conservata) sulla Pfistergasse (1545). Jakob, cit. a Lucerna dal 1543 al 1564, che acquisì la cittadinanza in data ignota, fu attivo come scalpellino e capomastro. Nel 1538 venne incaricato della costruzione del nuovo palazzo del Consiglio (con emporio) di Sursee. L'edificio, realizzato nel periodo 1539-48, costituisce uno dei maggiori complessi profani in stile tardogotico della Svizzera. Questi tre esponenti della fam. Z., probabilmente imparentati tra di loro, erano verosimilmente originari della Valsesia, sul versante sud del Monte Rosa. Appartenevano al gruppo di scalpellini e capomastri della colonia walser di Prismel (Alagna e Riva), giunti in Svizzera nel XVI sec.

Riferimenti bibliografici

  • MAS LU, 4, 1956, 456-465; 6, 1963, 361 sg.
  • A. Meyer, Rathaus von Sursee, 1976
  • E. Ronco, I maestri prismellesi e il tardogotico svizzero (1490-1699), 1997

Suggerimento di citazione

Katharina Bähler, Anna: "Zumsteg", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 07.10.2013(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/049843/2013-10-07/, consultato il 03.12.2020.